Che cos’è la firma digitale

INDICE
  • INDICE

Che cos'è la firma digitale

Che cos'è la firma digitale

La firma elettronica é uno strumento fondamentale per la dematerializzazione dei processi aziendali che consente un notevole snellimento della gestione dei rapporti con la Pubblica Amministrazione, le imprese e i privati cittadini.

Immagine di due firma su un contratto cartaceo

La Firma Digitale è lo strumento che consente di firmare i documenti direttamente da PC o smartphone mantenendo lo stesso valore legale della tradizionale firma autografa. È una soluzione rapida ed efficace che promuove il processo di dematerializzazione della documentazione.

La firma digitale si basa su tre caratteristiche fondamentali, essa è in grado di garantire:

  • l’autenticità del documento
  • la paternità del firmatario del documento
  • l’integrità del documento

Come accade con la firma su carta, chi firma un documento digitalmente si assume la responsabilità del contenuto che diviene da quel momento immodificabile. Allo stesso tempo viene anche certificata l’originalità del documento stesso.

Grazie ai requisiti della firma digitale, professionisti, aziende e privati cittadini possono utilizzare questo strumento per sottoscrivere contratti, bilanci, atti amministrativi e giudiziari in pochi secondi, senza stampa e senza carta.

Attivo in 48h*

Firma Remota

La tua firma digitale sempre con te sul tuo smartphone

3 anni di validità e firme illimitate a partire da 16,90 € all’anno + IVA.

Differenza tra firma digitale e firma elettronica

Differenza tra firma digitale e firma elettronica

È facile confondersi tra i concetti di firma elettronica e firma digitale che spesso vengono utilizzati erroneamente come sinonimo. In realtà la firma digitale è solo una delle firme elettroniche disponibili e nello specifico rappresenta la forma più avanzata di queste, quella con il massimo valore legale.

In Italia il Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) identifica quattro tipologie di firma elettronica, ognuna con caratteristiche e valenza specifiche:

  • Firma elettronica (semplice): Carente delle garanzie di paternità ed integrità del documento rappresenta la forma più debole di firma in ambito informatico. Assume il valore di mero strumento esclusivo di sottoscrizione. Rientra in questa fattispecie, ad esempio, il login mediante username e password. Lo scarso valore legale emerge chiaramente nell’ipotesi in cui volessimo identificare con assoluta certezza colui che ha effettuato il login con determinate credenziali. A fronte di questi limiti, InfoCert consiglia di utilizzare l’applicazione Web GoSign che tiene traccia di tutto il processo dietro la firma elettronica semplice, compresa la volontà del destinatario a firmare il documento: il destinatario riceverà un codice via mail/sms che dovrà confermare in fase di firma. GoSign genera inoltre un report riepilogativo di tutti i passaggi tracciati.
  • Firma elettronica avanzata: Come suggerisce il nome stesso, rispetto la firma elettronica semplice questo tipo di firma prevede un grado maggiore di tutela e sicurezza. Essa presuppone la previa identificazione del firmatario mediante un riconoscimento che può avvenire de visu oppure a distanza per mezzo di strumenti di registrazione audio e/o video realizzati nel rispetto della normativa vigente.
    La tipologia più diffusa di firma elettronica avanzata è la firma grafometrica tramite tablet.
    Con GoSign è possibile gestire questo tipo di firma attraverso l’app GoSign Grapho rispettando tutti i requisiti di legge.
    Sul piano giuridico ha la stessa valenza probatoria della scrittura privata per cui si applica la presunzione di riconducibilità della firma al titolare. In fase di giudizio spetta quindi alla controparte provare l’invalidità dell’atto.
    Il CAD limita l’applicazione della firma elettronica avanzata ai soli documenti interni ad un procedimento amministrativo.
  • Firma elettronica qualificata: è una delle forme più avanzate di firma elettronica ed è caratterizzata da due elementi:

      1. un dispositivo fisico sicuro per la creazione della firma
      2. una certificazione che attesti l’identità del firmatario e l’originalità ed integrità dei documenti firmati.

    Rispetto alle precedenti, questa firma è basata su un certificato di sottoscrizione emesso da un’autorità garante dell’autenticità del firmatario e dell’assenza di modifiche al documento successive alla firma.

  • Firma digitale: È in assoluto la forma più avanzata di firma elettronica. Essa si avvale di un Kit per la firma digitale composto da:

      1. un dispositivo fisico (tranne che per la firma remota)
      2. un certificato di sottoscrizione con una validità di 3 anni emesso da un ente certificatore che identifica ed attesta con certezza l’identità del titolare della firma
      3. un PIN a conoscenza esclusiva del firmatario.

    Con il PIN viene aggiunto un ulteriore passaggio per rinforzare l’intero processo di firma, passaggio che può essere effettuato solo ed esclusivamente dal titolare. Come detto sopra, il valore legale della firma digitale è massimo, questo si traduce in un’inversione dell’onere della prova, in altre parole, in caso di giudizio spetterà al firmatario dimostrare o meno la validità della firma.

    Le firme elettroniche InfoCert (la firma remota, la smart card, la business key, la wireless key) appartengono a questa categoria ed hanno quindi il massimo valore legale.

E-Learning InfoCert

Arricchisci le tue competenze e la firma digitale non avrà più segreti

Icona Top